Carmen

– Carmen, mi vuoi bene?
– Non posso rispondere a questa domanda, perché rappresenti il 36,2% del nostro fatturato.

Rispondeva così Carmen Balcells a una telefonata di Gabriel García Márquez.

Ho scelto di raccontare “la mamá grande”, giovedì scorso, alla Libreria Therese, per “Donne che dovresti conoscere”, perché nella sua immensità questa agente letteraria, temutissima dagli editori e profondamente amata dagli scrittori che rappresentava, non ha fatto nulla di diverso da ciò che ogni donna fa nella vita quotidiana: forniva i fogli e le penne per scrivere, trovava la scuola giusta per i figli degli autori, prenotava loro le visite dal medico o faceva riparare la lavatrice; risolveva difficoltà economiche, metteva al riparo dalle intemperie della dittatura e, in sostanza, conferiva dignità a chi scriveva, perché potesse dedicarsi solo a scrivere.

Ha protetto e si è presa cura. E ha inventato i contratti moderni, le clausole di cessione limitata dei diritti, per gli scrittori.

6 i premi Nobel rappresentati dalla sua agenzia letteraria: oltre a Gabo, Cela, Vargas Llosa, Neruda, Vicente Aleixandre e Miguel Ángel Asturias.

– Non credo che a te facciano sconti sulla carta che compri per stampare i libri, disse a un editore che tentava di mercanteggiare sull’acquisto dei diritti di un’opera.

In questo otto marzo, dopo la lunga lotta di Carmen per i diritti degli uomini, sul profilo twitter dell’agenzia Balcells compariva fissato l’elenco di tutte le scrittrici rappresentate.

Grazie a Sara e Davide di “Therese” per invitarmi a parlarne; grazie dal cuore all’Agencia Balcells che ci ha mandato tutto l’affetto per questa iniziativa; grazie alle donne splendide che ho conosciuto e riconosciuto durante la serata.

Grazie a Carmen, da cui ho imparato come.

 

Pictures

Annunci

Informazioni su monicarbedana

Sono un traduttore e dirigo la scuola ELE USAL di Torino. Vengo da Salamanca e, prima ancora, da Padova.
Questa voce è stata pubblicata in Carmen Balcells, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...