127.

“Io adesso, to’, mi rendo dispensabile,

a lui, agli altri, a tutti…anche a me, forse;

da fors sit, sia la sorte…Etimo amabile.

E questa è un’altra delle mie risorse”

 

Patrizia Valduga, Quartine, seconda centuria, Einaudi

(c’è la curva di una spalla più morbida, ora, lì dove la camicia scivola, e una pelle finalmente intatta. non è mai stata colpa mia, mai.)

Annunci

Informazioni su monicarbedana

Sono un traduttore e dirigo la scuola dell'Università di Salamanca a Torino. Da Salamanca vengo e, prima ancora, da Padova.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...