Anch’io nel cognome della madre. E del nonno.

Immagine

Circola in rete questa bella petizione per renderci liberi di decidere se portare il cognome della madre, del padre o di entrambi.

Ogni volta che in Spagna riempivo un modulo o dicevo nome e cognome mi chiedevano: “E poi?”. Poi basta, spiazzata io dalla domanda, loro dalla risposta. E ogni volta ribattevano: “così perdete il cognome della madre”. Loro, con quella sfilza di cognomi un po’ da telenovela, María del Mar Cifuentes González, Edelmiro García Martinez-Pascuas, imbarazzante, pensavo, come certe snob italiane che si firmano aggiungendo al proprio il cognome del marito, soprattutto se l’uomo è noto almeno nel cortile di casa propria (questo invece una donna spagnola non lo farebbe mai; lì sanno esattamente da dove vengono e chi sono).

Solo nel tempo mi son resa conto  del fatto che perdere per strada un cognome non è solo cancellare la madre. E’ anche rinunciare alla possibilità di vedere riflesso il proprio sentirsi pienamente identificati in una storia familiare o in un’altra, oppure in entrambe. E in questo momento provo tenerezza al pensare che la donna che sono diventata, quella che ha frugato negli armadi in soffitta ed ha trovato abiti leggeri e grandi cappelli mai passati di moda come certi diritti, oggi porterebbe più volentieri il cognome del nonno sempre all’opposizione, al posto di quello che fece la marcia su Roma.

E’ un invito a firmare e far girare, grazie

Annunci

Informazioni su monicarbedana

Sono un traduttore e dirigo la scuola dell'Università di Salamanca a Torino. Da Salamanca vengo e, prima ancora, da Padova.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Anch’io nel cognome della madre. E del nonno.

  1. FD-Labaroline ha detto:

    Dal’2005 qui é possibile dare al bimbo sia il cognome della madre (una novità), sia quello del padre sia intrambi ma nel ordine Cognome del padre–Cognome della madra. Se è una bimba, quando lei si sposerà, postrà scegliere di aggiungere quello del marito ad uno solo tra suoi due cognomi, o scegliere di non prendere quello del marito. Mia figlia ha i due cognomi, il mio e quello del padre, io sono sposata e non ho preso quello del marito. Fa piacere vedere il proprio cognome attraversare le generazioni e non negare, restringere il ruolo della madre ad una pura genitrice. Le auguro lo stesso in Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...